Verifiche impianti elettrici di messa a terra – D.P.R. 462/01

Verifiche impianti elettrici di messa a terra – D.P.R. 462/01

(Impianti di messa a terra – Impianti elettrici in aree a rischio esplosione – Impianti di protezione contro le scariche atmosferiche)

Gli impianti di messa a terra sono sistemi installati al fine di garantire l’incolumità degli utenti di un edificio, un condominio o un’azienda, qualora si verifichino eventi eccezionali che possono rappresentare un pericolo per la vita stessa delle persone.

Il DPR 462/01, entrato in vigore il 23/01/2002, ha posto a carico di tutti i Datori di Lavoro l’obbligo di richiedere e far effettuare, avvalendosi di Organismi Abilitati dal Ministero dello Sviluppo Economico, le verifiche periodiche e straordinarie degli impianti in oggetto con frequenza:

  • biennale: per gli impianti installati nei cantieri, nei locali ad uso medico, negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio;
  • quinquennale: per gli impianti installati in tutti gli altri ambienti.

La ECI SpA, in qualità di organismo di Ispezione di tipo A abilitato dal ministero dello Sviluppo Economico, è in grado di effettuare le verifiche periodiche e straordinarie dei seguenti impianti:

  • impianti elettrici di messa a terra alimentati fino a 1000 V;
  • impianti elettrici di messa a terra alimentati con tensione oltre 1000 V;
  • impianti elettrici collocati in luoghi con pericolo di esplosione;
  • impianti di protezione contro le scariche atmosferiche.

Secondo quanto previsto dal DPR 462/01 il Datore di lavoro è responsabile dell’esecuzione delle verifiche periodiche degli impianti nei termini di legge e la mancata verifica non si può più imputare ai ritardi da parte degli Enti pubblici. Le responsabilità a cui si può andare incontro sono di natura sia civili che penali. In particolare, l’omessa verifica è sanzionata con:

  • arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.096,00 a 5.260,80 euro per la violazione dell’art. 80 comma 3 e 3 bis del DLgs 81/08;
  • sanzione amministrativa pecuniaria da 548,00 a 1.972,80 euro per la violazione dell’art. 86, comma 1 e 3 del DLgs 81/08.

La ECI SpA effettuata la verifica, rilascia al datore di lavoro un verbale da conservare ed esibire su richiesta agli Organi di Vigilanza (Nas, Ispettorato del lavoro, etc…) e assicura la gestione della scadenza periodica delle successive verifiche.

Decreto di abilitazione del 20/12/2013

Modulo per richiesta di offerta D.P.R. 462/01

Richiedi un preventivo
Area riservata